Cosa vedere e come arrivare a Capo Vaticano

di Erika

Destinazione di punta della Costa degli Dei, Capo Vaticano è una delle mete più gettonate della Calabria, ideale per chi ama la natura selvaggia ed incontaminata

L’estate è giunta ormai agli sgocciali ed ahimè l’unica cosa che possiamo fare e riavvolgere il nastro della nostra stagione preferita e continuare a sognare ricordando le vacanze appena trascorse.

Io mi ritengo fortunata, perchè vivendo in Calabria ho la possibilità di godere ancora di qualche giorno di mare, complici le belle temperature e le tante località ancora piacevoli.

E se dovessi pensare ad uno dei posti che questa estate mi hanno letteralmente lasciata a bocca aperta, essendoci tornata dopo tanti anni, quel posto è sicuramente Capo Vaticano.

scorci panoramici di Capo Vaticano

Capo Vaticano fa parte del Comune di Ricadi, in provincia di Vibo Valentia e dista davvero pochissimo da un altro gioellino calabrese, l’incatevole Tropea, si affaccia sul Golfo di Sant’Eufemia e guarda sino alle Eolie.

Proprio il paesino di Ricadi sarà la vostra destinazione per raggiungere Capo Vaticano sia che siate arrivati in Calabria in aereo a Lamezia Terme sia che decidiate di muovervi in treno partendo proprio da Lamezia per proseguire con uno dei treni regionali per Tropea-Ricadi.

Se invece vi muovete in auto armatevi di un pò di pazienza perchè le strade da queste parti sono un pò sterrate, un pò wild e molto molto piccole quindi procedete sempre con un andamento sostenuto.

Appena giunti a Capo Vaticano il primo stop sarà il Belvedere di Faro Capo Vaticano, qui statene pur certi la memoria del vostro telefono impazzirà e non riuscirete a contenere l’istinto di scattare tantissime fotografie.

scorci dalla terrazza di Belvedere Capo Vaticano

La meravigliosa terrazza del Belvedere vi regalerà scorci unici e panorami mozzafiato su alcune delle più belle baie della Costa degli Dei, dove il verde della vegetazione e l’azzurro del mare che si confonde con il cielo sono a perdita d’occhio.

suggestiva vista panoramica sulla baia di Capo Vaticano

Da questa prospettiva lo sguardo si perde verso l’infinito dell’orizzonte inseguendo le imbarcazioni che sembrano fluttuare sulle acque trasparenti, tanto da poterci scorgere i fondali sin da lassù, il tutto in una cornice di montagne a picco sul mare, vegetazione fittissima ed i tipici fichi d’india a sbucare selvaggiamente dal nulla.

le caratteristiche piante di fichi d’india e sullo sfondo le acque limpide di Capo Vaticano
esotiche piantagioni calabresi

A proposito di spot fotogenici e terrazze panoramiche prima di lasciare il Belvedere e proseguire verso il sentiero che conduce alle spiagge fermatevi al Wine Bar “il Faro”, situato appena sotto il Belvedere. Gli scatti deliziosi che riuscirete a fare da questo posto saranno memorabili.

dettagli della terrazza del wine bar “il Faro”

Arrivati a questo punto dovrete scegliere la spiaggia dove fare un bel bagno rinfrescante. Qui una precisazione è d’obbligo, il mio consiglio è lasciare l’auto nei pressi del Belvedere e proseguire a piedi lungo il sentiero che porta verso una delle tante calette/spiagge di Capo Vaticano.

Uno dei principali sentieri è quello che parte proprio dalla terrazza del Belvedere e conduce sino alla spiaggia “Praia i Focu“. Vi segnalo che il percorso per quanto suggestivo e panoramico è piuttosto impegnativo e ripido, i cartelli posti all’inizio lo indicano infatti come “percorso trekking per esperti“, ed in effetti sono circa 15 minuti di camminata!

sentiero che conduce alla baia
vista della baia di Capo Vaticano

La spiaggia “Praia i Focu” è davvero suggestiva ed incontaminata, protetta dalle rocce del promontorio di Capo Vaticano è raggiungibile o tramite sentiero o via mare, noleggiando un pedalò dalla vicina spiaggia di Grotticelle o tramite escursioni organizzate.

Vista panoramica di Praia i Focu
le montagne a picco sul mare della baia di Praia i focu

Questa graziosa baia deve il suo nome ai fuochi che i pescatori accendevano sulla spiaggia come punto di riferimento per chi era ancora a largo.

Spiaggia Praia i focu
la spiaggia Praia i focu
dettagli della baia di Capo Vaticano

In questa incantevole baia credo di aver fatto uno degli snorkeling più belli della mia vita, i fondali sono ricchissimi di tantissime specie di pesci coloratissimi e di una vegetazione caraibica.

I ricchi fondali di Praia i Focu
i fondali di Praia i focu
i fondali di Capo Vaticano

Altra spiaggia totalmente diversa dalla prima, decisamente più turistica ed attrezzata con bar, ristoranti e stabilimenti è quella di Grotticelle.

Per raggiungerla dovrete prendere l’auto e tentare di trovare un parcheggio gratuito nei pressi dell’accesso alla spiaggia, tuttavia è molto probabile che dobbiate affidarvi ad uno dei tanti parcheggi a pagamento dislocati intorno alla baia.

Grotticelle si costituisce di tre grandi baie, proprio quelle che abbiamo osservato dall’alto del Belvedere, le spiagge sono molto grandi e costituite da sabbia bianchissima, anche qui i colori dell’acqua e la bellezza dei fondali non tradiscono le aspettative e la fama di questa località.

spiaggia Grotticelle
gli stabilimenti lungo la spiaggia Grotticelle

Nota negativa sicuramente la folla, l’ampiezza della baia purtroppo si presta ad essere presa d’assalto dai turisti in alta stagione e le possibilità di trovare un lembo di spiaggia libera sono davvero poche (salvo arriviate alle 8 del mattino).

In compenso però potrete decidere di dedicarvi ad una delle tante attività acquatiche proposte dagli stabilimenti in loco o noleggiare qualsiasi tipo di attrezzatura per trascorrere qualche ora di assoluto divertimento e relax.

le tante attività organizzate dagli stabilimenti di Grotticelle

DOVE MANGIARE

Trattandosi della zona più attrezzata di Capo Vaticano, il mio consiglio è di fermarvi proprio a Grotticelle per pranzare o cenare, la scelta dei ristoranti è davvero varia, la nostra è ricaduta sul ristorante dell‘Eden Village, la cui vista dal nostro tavolo ed il rapporto qualità/prezzo sono stati sicuramente degni di nota, soprattutto in alta stagione.

tavolo con vista al ristorante dell’Eden Village di Grotticelle
il nostro pranzo all’Eden Village

Le spiagge di questa meravigliosa costa calabrese sono davvero tantissime, il mio consiglio è quello di dedicare una settimana a questo litorale e prendere in considerazione di partecipare a qualche escursione quotidiana via mare.

Se invece amate un approccio decisamente più indipendente e selvaggio quando visitate un luogo, vi consiglio di puntare anche alle vicine e simili spiagge del Paradiso del Sub e di Michelino, distanti pochissimi km da Ricadi.

Potrebbe piacerti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: